Risparmiare facendo il pieno alle pompe bianche

Nel mare agitato dei carburanti, esistono delle isole felici, dove la benzina e il diesel costano di meno. Sono le cosiddette “pompe bianche”, le stazioni di servizio che non appartengono al circuito dei grandi marchi della distribuzione di carburanti, hanno nomi strani ma spesso praticano degli sconti interessanti su benzina e gasolio che possono raggiungere anche i 10 centesimi ed oltre al litro.

Cosa sono?

Slegate dalle major petrolifere (dalle quali in alcuni casi sono state abbandonate perché considerate poco remunerative), le stazioni «no logo», come vengono spesso chiamate, sono legate ad aziende di distribuzione locali oppure sono totalmente indipendenti e si forniscono all’ingrosso. Rientrano nella categoria «pompe bianche» anche le aree di servizio dei centri commerciali: quest’ultimi sono i proprietari delle pompe e utilizzano i prezzi concorrenziali per attirare clienti nei loro negozi.Proprio abbattendo le spese di trasporto, accorciando la filiera di acquisto o comprando direttamente da raffinerie della zona, le «pompe bianche» riescono a far pagare la benzina anche 10/15 centesimi in meno al litro rispetto ai grandi marchi.

Ad aiutarli, nell’abbattimento dei costi, anche il fatto che non pagano royalties ai big della distribuzione e che, essendo quasi sempre self service, risparmiano sul costo del personale. Le pompe bianche si trovano in tutta la penisola. Il sito pompebianche.it ne ha censite alla data del 23 aprile 2019 ben 7.113.Su Internet sono molti i siti dedicati alle stazioni «no logo». Molte anche le app per lo smartphone che aiutano a individuare la stazione di servizio a noi più vicina.

Si risparmia davvero?

Il concetto di sconto può a volte far venire dubbi sulla qualità del prodotto. Ma non è questo il caso. I carburanti sono sottoposti a severi controlli, sia in fase di produzione che in quella di distribuzione. Dunque, lo standard di qualità di benzina e diesel è uguale per tutti i distributori, rinomati e «no logo».I carburanti distribuiti dalle «pompe bianche» provengono dagli stessi siti da cui si approvvigionano anche i grandi marchi. Certo, nelle stazioni «no logo» non si troverà un’offerta variegata: niente carburanti speciali, niente raccolta punti, gadget, etc.

Articolo tratto da “corriere.it”

© 2019: INNOVATION FUEL | P.IVA: 05681540653 | Ingrosso e fornitura prodotti petroliferi, vendita carburante, stazioni di servizio, pompe bianche, Nord Italia, Centro Italia, Sud Italia, Salerno, Campania. | Design: MBDESIGNSTUDIO